You are here
Home > Dal territorio > AVELLINO, LUNEDI 28 OTTOBRE 2019, INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEZIONE ANPPE INTITOLATA A EMILIO MATTIELLO

AVELLINO, LUNEDI 28 OTTOBRE 2019, INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEZIONE ANPPE INTITOLATA A EMILIO MATTIELLO

Si terrà lunedì 28 ottobre ad Avellino, alla presenza delle Autorità civili, miliari e religiose, l’inaugurazione della Sezione locale dell’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria ANPPE, da tempo attiva sul territorio comunale irpino. 

“Questa Associazione è un faro di legalità composto da tutti i validi uomini e donne che hanno servito lo Stato, come poliziotti penitenziari e Agenti di Custodia. Un ruolo difficile e di prima linea, poiché non è cosa facile stare tutti giorni a contatto con le diverse tipologie di detenuti, che rappresentano una popolazione spesso emarginata e dimenticata, con loro però troppo spesso ci si dimentica di chi vive quasi come un recluso, circondato da celle e sbarre come i poliziotti penitenziari”, spiega il Vice Presidente Nazionale dell’ANPPE Cav. Emilio Fattorello. “Alla cerimonia di lunedì sono state invitate le massime Autorità civili e militari: hanno confermato la loro presenza la Presidente Consiglio regionale, il Prefetto, il Questore, il Procuratore, il Presidente della  Provincia, il Sindaco, le varie Associazioni d’Arma ed inforze, tutte le Forze dell’Ordine e di Polizia. Per l’Amministrazione penitenziaria sarà presente il Provveditore Regionale, Dirigente Generale Antonio Fullone con i direttori e i Comandanti di Reparto degli istituti penitenziari della provincia di Avellino.

Parteciperanno alla cerimonia le Sezioni ANPPE di Napoli, Benevento, Caserta, Aversa, Salerno. Da fuori Regione, ci saranno i Soci della Regione Lazio con  Roma, Ostia, della Lucania con Potenza, Melfi, Lagonegro, dalla Puglia con Lucera.

Previsti oltre 200 partecipanti e la straordinaria Banda Nazionale ANPPE”.

Il programma della cerimonia prevede, alle ore 10, l’ammassamento dei Soci e dei Gonfaloni delle varie Sezioni ANPPE in piazza della Libertà. Seguirà l’Alza Bandiera presso il Monumento ai Caduti con la partecipazione della Banda Musicale dell’ANPPE, la deposizione di una corona e, quindi, avrà avvio la sfilata per via Matteotti fino a Largo Ferriera, dove sarà inaugurata la Sede sociale, con gli interventi delle Autorità. Verranno quindi consegnati targhe ed attestati di benemerenza ai Soci e, a concludere, un rinfresco.

La Sezione ANPPE di Avellino sarà intitolata alla memoria dell’Appuntato Emilio Mattiello, nato a Carinaro nel 1921, fu arruolato nel Regio Esercito 15 febbraio 1940 nel 343 Rgt. Fanteria e inviato in Albania. Insieme agli altri soldati, fu prigioniero delle truppe tedesche e portato in un campo di prigionia in Germania, dove fu traferito in un lager  ai lavori forzati. Liberato nel 45 rimase un altro anno nell’esercito, ricoverato per riprendersi dai patimenti subiti. Fu arruolato nel Corpo degli Agenti di Custodia nel 1947 e si congedò nel 1977, dopo aver presto servizio nelle carceri di Reggio Emilia ed Avellino. Scomparso nel 2007, è il padre del generale AdC Alfonso Mattiello, già a capo del Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria. 

Il Commendatore Donato Capece, presidente nazionale dell’Associazione che interverrà ad Avellino, sottolinea come “l’ANPPE è l’unica Organizzazione, a livello nazionale, rappresentativa del personale del disciolto Corpo degli Agenti di Custodia e del Corpo di polizia penitenziaria in congedo. Tra le sue finalità statutarie vi sono quelle di tramandare le tradizioni del Corpo; di svolgere e migliorare ogni possibile assistenza sociale, culturale, ricreativa e sportiva; di attuare rapporti di solidarietà; di rinsaldare lo spirito di amicizia tra il personale in quiescenza e quello in servizio; di glorificare i Caduti del Corpo; di contribuire alla prevenzione della criminalità attraverso un’opera d’ordine culturale, politica e sociale; di collaborare con le Istituzioni, gli Enti locali e le Associazioni di categoria in attività di volontariato, di tutela dell’ambiente, di soccorso pubblico, di calamità naturali e di protezione civile. All’ANPPE sono stati concessi lo Stemma e il Gonfalone e, con Decreto del Ministro della Giustizia del 25 febbraio 2010, l’Associazione è stata posta sotto la tutela del Ministero della Giustizia. Da tempo l’ANPPe partecipa, su tutto il territorio nazionale, a cerimonie e a manifestazioni di carattere civile e militare e coopera con gli Enti locali per attività di vigilanza, di controllo, di assistenza e di volontariato, secondo direttive delle varie Amministrazioni, ricevendo sempre soddisfacenti apprezzamenti. I volontari dell’ANPPE erano presenti nelle terre del Centro Italia dilaniate dal terremoto con compiti di protezione civile e sicurezza”.“Fiore all’occhiello” dell’ANPPE è la Banda musicale, che si è esibita in occasioni di importanti avvenimenti istituzionali come, ad esempio, alcune visite cittadine del Santo Padre.“Avellino, con la nuova Sezione ANPPE, sarà sede dell’importante comunione e fratellanza tra il personale di Polizia Penitenziaria in congedo e quello in servizio, a sugello di uno spirito di appartenenza e di orgoglio forti e radicati in tutti noi. Uniti, insieme, al servizio della collettività e per la sicurezza sociale della città di Avellino, della provincia irpina e dell’intera Campania”, conclude Capece. 

Lascia un commento

Top